Condividi l'articolo su:
La Quinoa è una Coltura Innovativa e Smart!

 

Nonostante sia stata coltivata per 50 secoli nei Paesi del Sudamerica, per l’agricoltura italiana la coltivazione della Quinoa è innovativa e risponde a tante necessità della nostra società.

La Quinoa è uno pseudocereale ed è la sola pianta alimentare che contiene tutti e nove gli amminoacidi essenziali, è particolarmente ricca di minerali come magnesio, fosforo, zinco e ferro, ha un alto contenuto in proteine (circa 14 gr. per 100 gr.) e di micronutrienti e vitamine come la C, E e B. Un alimento completo che può sostituire agevolmente la carne in una dieta variata ed equilibrata.

È inoltre priva di glutine e di colesterolo quindi adatta ai celiaci e a chi ha problemi di salute derivanti dall’assunzione di grassi saturi. L’elevata adattabilità genetica di questa pianta ne ha favorito la coltura in diversi habitat climatici e in altri Paesi, come l’Italia. Una risorsa fondamentale in questo periodo di forti cambiamenti climatici e scarsità di piogge.

QUINOAITALIA nasce da un’idea imprenditoriale sviluppata dalla passione di tre fratelli, Oriana, Samuele ed Emanuele Zannini, per la campagna e per questo “super seme”. L’obiettivo è quello d’introdurre e diffondere nel contesto marchigiano la coltivazione e trasformazione della Quinoa strutturando una filiera produttiva altamente innovativa e sostenibile sotto il profilo ambientale, sociale ed economico, per rispondere alla crescente domanda di cibi sani e nutrienti.

 

Una pianta generosa e dai colori stupendi

 

 

La Storia di questa Virtuosa Innovazione

 

Nel 2006, in provincia di Ancona, chiuse i battenti lo zuccherificio Sadam, lasciando molti agricoltori di barbabietola da zucchero senza lavoro. Caso o fortuna volle che la barbabietola da zucchero e la pianta della Quinoa appartengano alla stessa famiglia delle Chenopodiaceae e la coltivazione del cereale sudamericano ha potuto sostituire benissimo quella della bietola. Ha contribuito quindi alla conversione delle aziende agricole in difficoltà delle campagne marchigiane che oggi coltivano la Quinoa in modo sostenibile.

Resistente alla siccità, può crescere in terreni poveri e con alto tasso di salinità, inoltre può essere coltivata dal livello del mare sino ad un’altitudine di quattromila metri, con escursioni di temperature da -8 a 38° Celsius. Tradizionalmente coltivata per la maggior parte in Bolivia, questo alimento “scoperto” dal mondo occidentale ha creato non pochi problemi.

Land-grabbing (acquisizione da parte delle multinazionali di terre appartenenti alle popolazioni indigene e più disagiate), utilizzo indiscriminato di acqua, di fertilizzanti e concimi chimici per far crescere più velocemente le piantine, impoverimento e malnutrizione delle popolazioni locali, le quali, costrette a vendere tutto il raccolto per poter sopravvivere, non possono più accedere ad una fonte alimentare completa e bilanciata. Se a tutto questo aggiungiamo la necessità di trasportare questo alimento dal Sud America ai vari Paesi del mondo aumentando in questo modo l’inquinamento da CO2, la criticità di questo alimento si completa.

Per questo, fino ad oggi, la Quinoa era considerata un cibo che creava gravi disuguaglianze sociali e problemi ambientali. Ma ora non è più così. Per fortuna questa virtuosa Azienda ha deciso di rischiare e di investire in questo prodotto dalle caratteristiche così preziose tanto che la Fao lo considera il nuovo cibo per combattere la fame, la malnutrizione e la povertà. 

 

 

Ora la Quinoa è Smart e a Filiera Corta e finalmente la possiamo consumare senza sensi di colpa!

 

QuinoaItalia propone diverse referenze a base di Quinoa.

 

La Granella di Quinoa dell’Azienda italiana non ha bisogno di essere risciacquata per eliminare la saponina, un elemento responsabile del sapore amaro. La saponina non viene però eliminata con agenti chimici ma tramite un un’abrasione meccanica. Oltre a lasciare intatto il potenziale nutrizionale della granella, la perlatura meccanica consente l’uso dei residui nell’economia circolare: le saponine eliminate costituiscono una polvere, che è altamente indicata nei trattamenti ipocolesterolemici e viene venduta ad un’industria farmaceutica. Un sottoprodotto della perlatura è la crusca di Quinoa, con la quale la ditta rifornisce un’azienda cosmetica per la produzione di scrub ed esfoliante.

Dalla granella si ricava la Farina di Quinoa utilizzata per la preparazione di prodotti da forno come muffin e biscotti o miscelata alle tradizionali farine, fino ad una concentrazione del 40% per arricchirle con sali minerali, proteine e aminoacidi essenziali, sostanze indispensabili per il corretto funzionamento delle attività metaboliche del nostro organismo.

 

Tanti ottimi prodotti a base di Quinoa!

 

Interessante la Quinoa Birrificata, una bevanda alcolica che presenta una gradazione del 4,5%. Naturalmente Gluten-free, può essere consumata anche da chi è intollerante o allergico al glutine (es. celiaci). Ricca in sali minerali, presenta un gradevole sapore fruttato/di agrumi che maschera il sapore amaro conferito dal luppolo.

Arricchiscono la proposta la Quinoa Bio, la Farina di Quinoa Bio, le Quinette e le Squisette valide alternative al pane, e la Quinoa biologica soffiata ideale per colazioni e dolci.

Come dimostrato da questa Azienda e da questi giovani virtuosi, con intelligenza e impegno si possono individuare coltivazioni multitasking utili a risolvere i problemi legati alle necessità di una popolazione in aumento e nel contempo salvaguardare i diritti di quelle meno abbienti, abolendo lo sfruttamento intensivo di persone, ambiente e animali.

Visitate il sito per ulteriori informazioni!

Potete anche acquistare i prodotti di Quinoa Italia su Amazon 

Contatti a questo link 

 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Novità, curiosità e aggiornamenti dal mondo del Green.

Grazie per esserti iscritto!