Condividi l'articolo su:

La Favolosa Idea di una Start Up di Catania

 

Creare tessuti di alta qualità utilizzando le centinaia di migliaia di tonnellate di sottoprodotto che l’industria di trasformazione degli agrumi produce ogni anno e che altrimenti andrebbero smaltite, con dei costi per l’industria del succo di agrumi e per l’ambiente.

Adriana Santanocito ha visto un tessuto sostenibile dove altri vedevano solo un’arancia. Condivide l’idea con l’amica Enrica Arena e con tanta creatività e voglia di osare danno vita ad Orange Fiber.

 

 

Un Sottoprodotto Industriale che aiuta l’Ambiente

Non incide sulle risorse naturali ma al contrario ottimizza lo sfruttamento di uno scarto che altrimenti andrebbe smaltito. Nasce per rispondere alle nuove esigenze di innovazione e sostenibilità dell’industria della moda, offrendo un tessuto elegante e di qualità, capace di unire etica ed estetica e conservare intatte le risorse del pianeta per le generazioni future.

“Dal mandarino all’arancia al bergamotto, prendiamo il “pastazzo” (residuo umido che resta al termine della produzione industriale di succo di agrumi e che rappresenta circa il 50% del peso della frutta processata) direttamente da chi spreme gli agrumi – spiega Enrica – Per ora utilizziamo una piccola parte delle 700.000 tonnellate di sottoprodotto degli agrumi prodotte ogni anno in Italia, ma ci auguriamo che i volumi possano aumentare sempre più”.

 

La Nuova Via della Seta

 

Dietro c’è un grande lavoro: dagli scarti infatti viene estratta la cellulosa, mentre è grazie alle nanotecnologie che gli oli essenziali degli agrumi vengono incapsulati nelle fibre, venendo poi rilasciati man mano che le microcapsule si rompono con il normale utilizzo dei tessuti andando a nutrire la pelle di vitamine A C ed E.

Il risultato è una stoffa simile alla seta, impalpabile, leggera, bianca che si può tingere di infiniti colori. 

“Noi ci rapportiamo direttamente alle aziende – spiegano Adriana ed Enrica – ma quello che abbiamo potuto notare è che nell’ultimo anno c’è stato un aumento nella richiesta dei nostri campioni. Questo riflette una mutata sensibilità dei consumatori: una rivoluzione iniziata con una riflessione su quello che mangiamo e che, secondo noi, si estenderà sempre più anche a quello che indossiamo”.

 

 

Negli anni Orange Fiber ha vinto numerosi premi tra cui il Premio Nazionale per l’Innovazione “Premio dei Premi” 2016 (Design italiano); il Technology and Innovation Award 2017 al Green Carpet Fashion Award Italia; la prima edizione del Global Change Award della H&M Foundation che ha riconosciuto all’azienda un contributo di 150mila euro. Nel 2017 è stata presentata la Ferragamo Orange Fiber Collection che ha visto la collaborazione esclusiva tra la start up con la celebre maison fiorentina Salvatore Ferragamo per la realizzazione di una linea moda che è stata inserita anche tra le 300 opere della mostra “Fashion From Nature” al V&A Museum di Londra.

Per fortuna anche la moda diventa sempre più sostenibile ed amica dell’ambiente. In questo caso amica anche dei bachi da seta. Non molti sanno che purtroppo la produzione di un chilo di seta comporta l’uccisione tramite bollitura o stufatura in forno di circa 5500 bachi. Quindi viva le arance e la Orange Fiber©!

Sito dell’Azienda www.orangefiber.it

 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Novità, curiosità e aggiornamenti dal mondo del Green.

Grazie per esserti iscritto!