Condividi l'articolo su:

Disegnare Nuove Soluzioni

 

Il Progetto RAVE East Village Artist Residency, diretto dalle sorelle Tiziana e Isabella Pers, ha scelto il giorno di Pasquetta, solitamente legato alla tradizionale grigliata di carne all’aperto, per presentare il primo borgo vegetariano d’Italia.

Soleschiano, nascosto ai margini del paese, è un borgo immerso nel verde tra rigagnoli d’acqua, campi coltivati e cavalli al trotto. Un borgo dove si ritrova il rapporto con la natura e il rispetto per la bellezza che ci circonda.

 

 

A spiegare come nella realtà di tutti i giorni cambierà la vita nel borgo storico della provincia di Udine è il manifesto del progetto che riunisce attività produttive e realtà creative del territorio. Il punto di partenza per ripensare la vita del borgo, secondo una prospettiva biocentrica e non più antropocentrica, sta nell’intenzione di ripristinare un equilibrio virtuoso tra uomo e natura, anche alla luce dell’urgenza climatica, che tanto sollecita l’attenzione dell’opinione pubblica negli ultimi tempi.

 

Una Pasquetta vegetariana

 

L’inaugurazione sarà ospitata  dall’agriturismo vegetariano Al Rol dei Conti di Maniago specializzato in cucina vegetale e a base di erbe spontanee, che proporrà per tutta la giornata inaugurale incontri, conferenze, degustazioni, laboratori per bambini, concerti e passeggiate sensoriali tra alberi secolari e antichi cascinali.

 

 

Ma il cuore dell’iniziativa resta il progetto Rave, che nel borgo di Soleschiano ha da tempo messo radici, trasformandolo in una sorta di arca degli animali, nel segno di un’azione artistica piuttosto particolare, che è anche gesto di responsabilizzazione etica, fondata sulla pratica del baratto. In cambio di un dipinto degli artisti coinvolti, gli allevatori del territorio cedono i propri animali destinati al macello, che così possono iniziare una nuova vita nel borgo di Soleschiano, che del resto, per conformazione urbanistica – circondato da campi, vegetazione e piccoli fiumiciattoli, al limitare del paese di Manzano – ben si presta a diventare un’oasi dedicata a ripristinare il contatto tra uomo e natura.

 

 

 

Una Nuova Prospettiva

 

Tramite il progetto artistico RAVE – East Village Artist Residency si cerca di valorizzare il ruolo e la responsabilità dell’arte contemporanea verso gli animali, oltre ad indicare la necessità di riconsiderare la nostra posizione alla luce di una prospettiva biocentrica. Il progetto offre anche un’esperienza in cui tutti i partecipanti, artisti, filosofi, critici, scienziati, scrittori, architetti e attivisti, si possono condividere il cibo, che è sempre 100% vegetale nel rispetto di tutti gli esseri senzienti, e di condividere tempo e spazio insieme agli animali che sono stati salvati da Tiziana Pers attraverso il suo progetto art _ History (sempre in corso).

Questa azione, descrive l’artista Tiziana Pers, “Consiste nello scambiare uno dei miei dipinti con un animale che era destinato ad essere ucciso: un cavallo, asino, coniglio, agnello, pollo, maiale, anatra, capra, mucca, oca. Il quadro ha la stessa altezza e dimensioni dell’animale da salvare. Un contratto certifica lo scambio.” in questo modo il progetto apre diverse domande sull’attribuzione di un valore economico ad un essere senziente oltre che ad un’opera d’arte e allo stesso tempo sulla possibilità dell’arte di interagire con il mondo.

 

 

A RAVE gli incontri tra animali umani e non umani, tra le sensibilità individuali e i dialoghi interdisciplinari, tra il processo di ricerca degli artisti e gli sguardi dell’assolutamente altro, danno vita a una pluralità di visioni inedite e sperimentali. Gli artisti che dal 2011 hanno preso parte a RAVE sono: Adrian Paci, Ivan Moudov, Regina José Galindo, Diego Perrone, Tomás Saraceno, Igor Grubic, e Giuseppe Stampone.

 

Presentazione dell’opera di Antonio Bardino

 

Opera: Antonio Bardino, selva, 2018, olio su tela, 70 × 100 cm

 

In questa giornata il progetto Rave – East Village Artist Residency presenterà la ricerca pittorica dell’artista Antonio Bardino nella mostra Atypical Landscape, che andrà ad anticipare parte dei contenuti e delle forme dell’edizione Rave 2019. La pittura di Bardino infatti attraversa l’idea di paesaggio, divenendo essa stessa paesaggio stratificato ed in continua evoluzione. Spesso la natura protagonista dei suoi dipinti si riappropria degli spazi e delle possibilità che sono state sottratte dall’elemento antropico, in una visione attiva, mutevole e fluida dove i confini si fanno labili, ed aprono a nuove possibilità di relazione tra i viventi.

Secondo Isabella e Tiziana Pers “Questo è un momento critico per l’umanità, abbiamo raggiunto un punto nella storia e nella geologia dove dobbiamo prestare attenzione alla vita in tutte le sue forme, e cercare un nuovo equilibrio tra uomo e natura se vogliamo fermare il cambiamento climatico. A 500 anni dalla morte di Leonardo da vinci, le sue idee sul regno animale e un estremo rispetto per il mondo naturale hanno ispirato la nascita di un villaggio che sta rivalutando gli squilibri che ora esistono negli ecosistemi, cercando di dare importanza centrale a ogni forma di vita.”

Noi auguriamo al Borgo di Soleschiano un grande successo sperando nel contempo che scelgano presto di offrire ai commensali un menù 100% vegetale ed ecosostenibile nel rispetto di tutti gli animali, dell’ambiente e delle persone, come nello spirito nel nostro progetto. 

Località: Borgo storico di Soleschiano
Via Giulia Piccoli, Manzano (Ud) Italy

Per informazioni
info@raveresidency.com
www.raveresidency.com

Iscriviti alla nostra Newsletter

Novità, curiosità e aggiornamenti dal mondo del Green.

Grazie per esserti iscritto!