Condividi l'articolo su:

Più serre per sostituire i mattatoi.

 

Più incentivi agli allevatori che decidono di diventare coltivatori.

 

Come mai il nostro Paese importa dall’Olanda circa 37mila tonnellate di pomodori ogni anno per un valore di circa 53 milioni di euro? Eppure non è un Paese con un clima favorevole come il nostro!

Perché non incentiviamo le tecnologie che favoriscano le coltivazioni vegetali invece degli allevamenti di animali.

Mentre si incentivano pratiche altamente inquinanti, inefficienti e spesso crudeli i coltivatori vengono  abbandonati a loro stessi e in balia delle variazioni climatiche causate in gran parte proprio dagli allevamenti intensivi.

Eppure in altri Paesi si stanno facendo passi da gigante per aumentare l’efficacia e la sicurezza delle coltivazioni.

Come per esempio l’uso di SERRE IDROPONICHE TECNOLOGICHE in cui il prodotto:

  • Non usa suolo ma materiali inerti come argilla, paglia, torba.
  • Non è soggetto a variazioni climatiche
  • Nasce dalle sementi migliori e più saporite che in campo aperto potrebbero avere problemi
  • Vive in ambiente protetto dove l’aria è purificata e la temperatura ideale
  • E’ super controllato e privo di pesticidi, piante infestanti, nichel o altri allergeni
  • Necessita del 90% in meno di acqua e di suolo
  • E’ 100% sostenibile perché si avvale di risorse di recupero dall’acqua all’energia

 

Le serre tecnologiche possono offrire prodotti più sani e buoni con minor spreco di risorse

 

 

Oltre a questi vantaggi ne esiste un altro molto importante.

 

Abbiamo sentito tutti parlare di guerra dei prezzi tra Coltivatori e Grande Distribuzione, dove purtroppo sono i coltivatori ad avere la peggio. Ebbene, nei Paesi in cui si è investito in Serre Idroponiche Tecnologiche i coltivatori si sono associati e trattano uniti con la Grande Distribuzione avendo la possibilità di fornire un prodotto Buono e Sano per la maggior parte dell’anno.

Questo è un altro vantaggio che consente di ridurre anche il triste fenomeno dello sfruttamento dei lavoratori stagionali.

Esistono molte realtà  e governi all’estero che stanno investendo sempre di più su questa metodologia.

Ma abbiamo un’azienda all’avanguardia anche in Italia. Si chiama Sfera Agricola

Il suo fondatore e amministratore delegato Luigi Galimberti ci ha creduto tanto che è partito raccogliendo fondi tramite la Oltre Venture senza alcun investimento pubblico.

 

Pomodori senza Nickel, coltivati senza pesticidi in ambiente protetto

 

Nel profilo Linkedin dell’Azienda leggiamo:

Sfera Agricola è una start-up che ha l’obiettivo di costruire il primo impianto di produzione di ortaggi completamente sostenibile. Selezionati con attenzione per portare in tavola i sapori più squisiti, i frutti dell’orto di Sfera Agricola sono un’eccellenza culinaria prodotta preferendo l’utilizzo di insetti buoni ai trattamenti chimici e con un’attenta e precisa valorizzazione di ogni risorsa naturale. Terra, acqua, sostanze nutritive, persino l’aria: all’interno di Sfera Agricola tutto è preziosamente misurato e dosato per portare sulle tavole degli italiani un prodotto completamente sostenibile e genuino, coltivato con un risparmio idrico e di suolo fino al 90% rispetto alle colture tradizionali e consegnato in sole 24 ore dal raccolto. Con Sfera Agricola gli italiani tornano a mangiare con un gusto nuovo, che nutre il corpo e che fa bene allo spirito, perché è sostenibile e buono anche per le generazioni che verranno.

 

 

Mentre negli altri Paesi i governi investono in ricerca e distribuiscono incentivi ai progetti più promettenti, in Italia bisogna rivolgersi ai privati. Eppure è nell’agenda di tutti i governi la necessità diminuire lo spreco di risorse, l’inquinamento e il riscaldamento ambientale!

Per questo crediamo sia necessario premiare con incentivi chi decide di passare da una pratica molto inquinante e poco efficace ad un’altra strategicamente vincente e volta al futuro.

 

Fonte 1Fonte 2

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Novità, curiosità e aggiornamenti dal mondo del Green.

Grazie per esserti iscritto!