Condividi l'articolo su:

 

L’unicorno Beyond Meat si presenta al Nasdaq di Wall Street e al primo giorno di quotazione le azioni salgono del 163% per un valore di quasi 3,5 miliardi di dollari!

La Startup californiana, fondata da Ethan Brown nel 2009, aveva fissato a 25 dollari il prezzo di collocamento durante l’Ipo. Il titolo ha aperto in rialzo del 76%, a 46 dollari, per poi chiudere più che raddoppiando il prezzo d’esordio a più 163%.

In questo momento il titolo si attesta a 66,79 dollari. Un risultato incredibile, che va oltre ogni più rosea aspettativa.

 

Beyond Meat è così diventata la prima azienda leader di carne 100% vegetale quotata in Borsa.

 

Questo le permetterà di investire ancora in Ricerca e Sviluppo per rendere il prodotto accessibile a milioni di persone in tutto il mondo.

 

La Mission

“Crediamo che ci sia un modo migliore di nutrire il Pianeta. La nostra Mission è creare Il Futuro della Proteina©, deliziose alternative vegetali alla carne. Una soluzione gustosa per risolvere i numerosi problemi creati dagli allevamenti animali: salute, cambiamento climatico, super sfruttamento delle risorse, benessere animale.”

Tra i maggiori investitori iniziali di Beyond Meat troviamo Tyson Foods, il più grande produttore di carne degli Stati Uniti, Don Thompson, ex amministratore delegato di Mc Donald’s, i co-fondatori di Twitter Biz Stone e Evan Williams, il fondatore di Microsoft Bill Gates e l’attore ambientalista Leonardo di Caprio.

 

Leonardo di Caprio ha prodotto il documentario “Punto di non Ritorno” visibile su Netflix 

 

Attualmente il mercato delle alternative vegetali alla carne negli Stati Uniti si attesta su una cifra di 670 milioni di dollari ma si prevede possa passare in pochi anni a 35 miliardi di dollari.

 

L’ingrediente principale della “carne vegetale” è la proteina di piselli gialli mentre il colore viene dato dal succo di barbabietola. È senza glutine, soia o Ogm. Nell’assortimento, oltre all’hamburger, troviamo anche carne macinata  e salsicce.

 

 

Una ricerca del Center for Sustainable Systems ha stabilito che a parità di valori nutrizionali per produrre l’hamburger di Beyond Meat occorrono quantità minori del 99% di acqua, del 93% di terra e del 46% di energia, il tutto per una produzione di Co2 minore del 90%.

Un ottimo prodotto per la difesa dell’ambiente!

 

 

Il prodotto è attualmente venduto in circa 33.000 punti vendita degli Stati Uniti tra cui molti supermercati, che lo ospitano nei banchi della carne, oltre che catene di fast food e ristoranti. In Italia si può trovare presso la catena di fast food Welldone.

Si prevede che entro il 2050 passeremo da una popolazione di circa 7,7 miliardi di persone a 10 miliardi e il modello alimentare attuale non è più sostenibile.

Nel mondo oggi si allevano ogni anno circa 70 miliardi di animali, in condizioni quasi sempre inumane e inaccettabili nell’ottica di una evoluzione morale del genere umano. Numerose ricerche scientifiche internazionali hanno dimostrato che un’equilibrata alimentazione 100% vegetale è sana e nutriente in ogni stadio della vita.

In definitiva, abbandonare abitudini alimentari ormai obsolete è la scelta migliore che in questo momento si possa fare a vantaggio della salute del pianeta e di tutti i suoi abitanti.

Numerose alternative vegetali agli hamburger o ai wurstel di carne sono già presenti in tutta Italia e nei negozi online così come alternative vegetali al latte vaccino e ai formaggi. Quello che forse non si sa è che, come afferma la Fondazione Veronesi, un ottimo e semplice piatto di pasta e lenticchie o fagioli ha le stesse quantità di proteine e lo stesso profilo di aminoacidi di una bistecca ma zero colesterolo e grassi saturi.

Una pietanza sana, gustosa, economica e alla portata di tutti!

Cosa aspetti a fare la cosa giusta?

Sito dell’Azienda Beyondmeat.com 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Novità, curiosità e aggiornamenti dal mondo del Green.

Grazie per esserti iscritto!